Chiudi

Notizie

Emergenza casa - governo risponde positivamente a proposte anci

13 giugno 2007

Un finanziamento complessivo di un miliardo di euro l’anno e l’innalzamento del fondo per il buono casa di almeno 500 milioni di euro. Queste alcune delle proposte ANCI sull’emergenza casa che sono state presentate questa mattina in una conferenza stampa che si è svolta in Campidoglio dal sindaco di Roma Walter Veltroni, dall’assessore alla Casa del Comune di Roma e Delegato ANCI alle Politiche abitative Claudio Minelli e dall’Assessore alla Casa del Comune di Pisa Salvatore Montano.

Oggi sono state dunque presentate le proposte avanzate dai Comuni prima dell’incontro con il Presidente del Consiglio Romano Prodi e con il Ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro fissato per il 18 e 19 giugno per la messa a punto del decreto legge e di un disegno di legge sull’emergenza abitativa.

Per il sindaco di Roma Veltroni il Governo ha risposto positivamente alle richieste dell’ANCI sulle politiche abitative, “ora il Governo – ha detto – si appresta a preparare una proposta di decreto   legge anche in anche in vista della scadenza della proroga degli sfratti prevista per il 14 ottobre prossimo”.  

Il decreto recepisce le proposte avanzate dall’ANCI su alcuni punti: in particolare, per gli alloggi di proprietà degli enti previdenziali, è attribuito ai Comuni il diritto di prelazione in ogni fase del processo di vendita. Inoltre, in presenza di marcate condizioni di disagio abitativo, i sindaci dei Comuni capoluoghi di provincia possono attuare procedure accelerate per il rilascio di titoli abilitativi necessari per l’attuazione di programmi di edilizia residenziale pubblica. I sindaci, inoltre, chiedono di promuovere Conferenze di servizi e di prevedere che nelle aree del demanio militare possano essere stipulati accordi tra il Ministero della Difesa, l’Agenzia del Demanio e i Comuni per consentire il recupero di alloggi da destinare all’edilizia sociale.  

L’Assessore alla Casa del Comune di Roma e delegato ANCI alle Politiche abitative Claudio Minelli ha detto che dal 1998 questo è il più importante intervento legislativo sull’emergenza casa. “Sono circa dieci anni che non si interveniva su questo tema. Il disegno di legge – ha aggiunto – ha accolto quasi tutte le proposte avanzate dall’ANCI”.  

E Minelli è tornato a spiegare l’importante istituzione della Conferenza dei Servizi promossa dai sindaci. Qualora la Conferenza dei Servizi si pronunci su programma e non su progetto, il progetto formerà oggetto di titolo abilitativo richiesto o presentato dal soggetto attuatore. Nel caso invece in cui la Conferenza dei Servizi si pronunci su progetto la conclusione della Conferenza vale come titolo abilitativo per l’esecuzione

 

Aggiornata il 16 maggio 2013