Chiudi

Notizie

Consiglio nazionale federsanita’ anci : assessore cortolezzis (ud) presidente della commissione nazionale per lo sviluppo delle ict in sanita’.

15 giugno 2007

Il Presidente di FEDERSANITA’ ANCI FVG, Giuseppe Napoli, ha partecipato alla Direzione nazionale di Federsanità ANCI (Roma, 14 giugno), insieme ai consiglieri nazionali per il FVG Paolo Saltari, Direttore generale Azienda ospedaliera S. M. A. di Pordenone, Manuela Baccarin, direttore generale ASS N. 2 Isontina e Daniele Cortolezzis, assessore ai Servizi sociali e socio-sanitari del Comune di Udine.

Nell’occasione è stata costituita la Commissione Nazionale per lo sviluppo delle ICT nella Sanità con il compito di promuovere, favorire e coordinare progetti innovativi nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) che coinvolgono le Aziende Sanitarie e Ospedaliere italiane. A presiedere la Commissione è stato chiamato l’assessore Daniele Cortolezzis, che ha una specifica esperienza in questo settore, Laureato in Scienze dell’Informazione prima e in Informatica poi, ha lavorato presso INSIEL S. p. A.,  docente di Fondamenti di Informatica presso l’Università degli Studi di Udine, ha lavorato presso Insiel S. p. A. già docente di Sistemi Informativi presso la facoltà di Economia, attualmente è docente di Fondamenti di Informatica presso le facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Udine.

A far parte di questa Commissione sono stati chiamati esponenti di primo piano nel panorama sanitario nazionale, quali

  • Attilio Bianchi, direttore sanitario dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale delle Marche;
  • Angelo Rossi Mori, direttore dell’istituto tecnologie biomediche del Consiglio Nazionale per le Ricerche;
  • Enzo Chilelli, direttore di Federsanità;

Da parte sua il presidente di FEDERSANITA’ ANCI FVG, Giuseppe Napoli, ha espresso “viva soddisfazione per un meritato riconoscimento che una volta di più premia la competenza dei rappresentanti regionali e sicuramente contribuirà anche ad elevare ulteriormente il confronto in regione come la nostra “apripista” anche nei confronti delle Regioni e dei Paesi contermini. Si tratta – conclude Napoli- di temi fondamentali e di grande utilità per migliorare i servizi ai cittadini, come l’integrazione socio-sanitaria, l’assistenza in casa e la telemedicina, i referti on line, etc..

In particolare tre saranno i principali ambiti di azione della Commissione:

  • la de-materializzazione, finalizzata all’abbassamento dei tempi e dei costi di comunicazione, con particolare attenzione verso la telemedicina e la refertazione on-line;
  • i punti unici di accesso, per favorire un più semplice rapporto tra cittadini e sanità, con l’attenzione ad integrare in un sistema informativo condiviso i diversi soggetti che operano nel settore sanitario e socio-sanitario integrato;
  • il patient empowerment, ossia quel complesso insieme di informazioni strutturate in modo da essere facilmente consultabili e comprensibili al cittadino, per permettergli un rapporto più consapevole con le istituzioni della salute e della sicurezza.

 

 

Aggiornata il 16 maggio 2013