Chiudi

Notizie

Tumori: airc; otto progetti finanziati al cro di aviano

10 novembre 2007

·          (ANSA) - AVIANO (PORDENONE), 10 NOV - Sono otto i progetti di ricerca finanziati nell'ultimo biennio dall'Associazione italiana per la ricerca sul cancro al Centro di Riferimento Oncologico di Aviano: lo ha detto oggi il direttore scientifico del Cro, Paolo De Paoli, nel corso della giornata di approfondimento organizzata in contemporanea in 22 città. Il primo progetto finanziato dall'Airc risale al 1984, mentre negli ultimi dieci anni sono stati oltre cinque i milioni di euro pervenuti al Cro attraverso l'Airc, denaro che ha garantito la conclusione di una trentina di progetti di ricerca. Grazie ai finanziamenti ministeriali lo staff dei borsisti-ricercatori non potrebbe superare le 10-15 unità, ma col sostegno delle associazioni che operano sul territorio - in Friuli Venezia Giulia è molto dinamica la 'Via di Natale' - operano nell'Istituto 57 borsisti. Le indagini più recenti riguardano studi sui meccanismi di resistenza della cellula tumorale alla morte cellulare programmata, sull'epidemiologia e biologia molecolare di tumori associati a virus epatici, sui meccanismi di disseminazione e metastasi e su nuovi approcci terapeutici per linfomi e tumori delle vie respiratorie. Al convegno odierno hanno partecipato Silvia Franceschi, ricercatrice dello Iarc di Lione, Claudio Brancolini dell'Università di Udine e Luigi Perissinotto, filosofo del linguaggio. Ai lavori hanno assistito circa 150 studenti dell'istituto scientifico e psicopedagogico di Sacile (Pordenone) e della Scuola Media di San Vito al Tagliamento (Pordenone). Nel suo intervento, la professoressa Franceschi ha ammonito sulla necessità di leggere con attenzione i dati relativi al numero e all'incidenza dei tumori: l'aumento dell'ultimo periodo é infatti strettamente correlato alla grande opera di prevenzione che è stata fatta e che ha portato a scoprire precocemente - e spesso debellare - forme tumorali che avrebbero fatto la loro comparsa soltanto tra qualche anno, con minori speranze di terapia e guarigione.

 

Aggiornata il 16 maggio 2013