Chiudi

Notizie

Giunta approva linee per la gestione 2008 del SSR

A.R.C. Trieste

30 novembre 2007

Nell'ambito della legislazione e della programmazione pluriennale, nel 2008 il Sistema sanitario regionale del Friuli Venezia Giulia dovrà predisporsi ad accogliere nuovi scenari a livello istituzionale ed organizzativo. Lo sottolineano le linee per la gestione 2008 approvate oggi dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alla Salute e Protezione sociale, Ezio Beltrame.

Il disegno di legge sulla revisione dell'assetto del Servizio sanitario ha infatti iniziato il suo percorso e richiederà, nel corso del prossimo anno, una fase transitoria, con unificazioni di attività a livello di area vasta.

Le Aziende dovranno comunque proseguire nel percorso di potenziamento dei servizi sul territorio e consolidare le strategie individuate per il contenimento dei tempi di attesa, per l'appropriato uso degli ospedali, per l'intenso lavoro in rete dei professionisti. Un particolare punto di attenzione segnalato alle Aziende riguarda il miglioramento delle risposte di tipo integrato ai bisogni sociosanitari, soprattutto per la disabilità.

L'introduzione dei PACS (sistemi per l'archiviazione, la trasmissione e la refertazione di bioimmagini) in tutta la regione, la piena operatività del programma di screening al colon retto, l'avviamento del Centro Unico per la qualificazione biologica sono ulteriori obiettivi puntuali per il 2008.

Il Servizio sanitario regionale dovrà, sul versante dell'organizzazione, continuare nella razionalizzazione del sistema prevista dal programma operativo pluriennale del Centro Servizi Condivisi, ma dovrà anche tener conto del processo di stabilizzazione del personale del comparto e dei rinnovi degli accordi contrattuali.

L'approvazione delle linee per la gestione 2008 attiva il processo di programmazione e controllo che porterà alla deliberazione dei piani attuativi aziendali entro il prossimo 31 dicembre e alla loro successiva approvazione da parte della Giunta regionale.

Nel prevedere il livello di finanziamento complessivo del Servizio sanitario regionale, cui concorre il bilancio della Regione, le linee guida indicano per il 2008 una quota indistinta di Fondo sanitario regionale di 2.070 milioni di euro per la parte corrente e di 50 milioni per la parte investimenti in conto capitale; la quota destinata al finanziamento di canoni leasing è di 16.400.000 euro; 33 milioni di euro sono destinati al settore anziani - abbattimento rette.

Per quanto riguarda gli investimenti, le linee per il 2008 indicano una entità complessiva per quelli di rilievo aziendale da programmare di 27 milioni di euro, mentre nel settore dei beni mobili e delle tecnologie di rilievo regionale la previsione complessiva di investimento è di oltre 28 milioni di euro.

ARC/GB

Aggiornata il 16 maggio 2013