Chiudi

Notizie

Domenici, revisione lea mette a rischio bilanci comunali

Lettera Presidente ANCI al Ministro della Salute

16 novembre 2007

www.anci.it [16-11-2007]

Il progetto di revisione ‘straordinaria’ dei livelli essenziali di assistenza sanitaria predisposto dal Ministero della Salute potrebbe suscitare possibili ricadute sul sistema finanziario e organizzativo dei Comuni.

In una lettera al Ministro della Salute Livia Turco, il Presidente dell’ANCI Leonardo Domenici e il Responsabile per l’integrazione socio-sanitaria Giacomo Bazzoni esprimono la ‘’forte preoccupazione dell’Associazione’’ e denunciano che nel percorso di approvazione e modifica dei LEA sanitari, l’ANCI e i Comuni non sono stati coinvolti, nonostante ‘’i costi esplicitamente gravanti sugli utenti e sui Comuni’’, in particolare nel caso di utenti in situazione di disagio economico, ‘’come accade nel caso delle prestazioni relative all’Area dell’integrazione socio-sanitaria (allegato 1 C del DPCM 21 novembre 2001)’’.

L’ANCI denuncia anche ‘’la scarsa evidenza attribuita all’obiettivo dell’integrazione socio-sanitaria, sia nell’approccio generale che nella definizione degli interventi specifici contenuti nel citato progetto di revisione: conseguenza questa di un approccio prevalentemente di tipo sanitario’’.

In particolare, i Comuni sono preoccupati dall’ipotesi ‘’di ridurre al 50%, in luogo dell’attuale 70%, la quota di tariffa giornaliera a carico del Servizio Sanitario Nazionale per i trattamenti riabilitativi in favore dei disabili gravi in regime semiresidenziale, elevando conseguentemente al 50%, in luogo dell’attuale 30%, la quota a carico di utente/Comune’’.

Se questa indicazione dovesse diventare norma, secondo l’ANCI si realizzera’ un trasferimento di costi a carico dei Comuni che mettera’ a rischio la tenuta dei bilanci comunali.

Un incontro tra il Ministro Turco e una delegazione ANCI sarebbe quindi utile ‘’per consentire – concludono Domenici e Bazzoni - un piu’ puntuale approfondimento delle tematiche relative ai LEA e al ruolo dei Comuni nel Servizio Sanitario Nazionale’’.

Aggiornata il 16 maggio 2013