Chiudi

Notizie

Presentata a Roma la Fondazione NU.SA. (Nuvola per la Sanità), il progetto di FIMMG e Federsanità

www.federsanita.anci.fvg.it

25 settembre 2015

Organizzazione dei flussi informativi in ambito sanitario e elaborazione di soluzioni condivise per la gestione del dato in forma sicura. Con questo obiettivo si è svolto a Roma, oggi giovedì 24 settembre presso la Sala Conferenze del Pio Sodalizio dei Piceni, il convegno dal titolo “L’Informazione nella sanità digitale: qualità, sicurezza, privacy”, organizzato da Federsanità ANCI e FIMMG in occasione della presentazione della Fondazione NU.SA. (Nuvola per la Sanità).


Attraverso le attività di NU.SA. si vuole realizzare la più grande rete sanitaria nazionale, mediante la condivisione dei dati inerenti la realtà della sanità ospedaliera e di distretto con quella della medicina generale, al fine di attuare un sistema avanzato di integrazione sociosanitaria a livello istituzionale, gestionale e professionale. Così facendo si è in grado di migliorare l’efficienza del “sistema salute” assicurando una migliore risposta al bisogno assistenziale e una maggiore sostenibilità dei relativi costi, con vantaggio sia per gli utenti del servizio che per i soggetti coinvolti a vario titolo nella sua erogazione.


“La Fondazione NU.SA. ha l’obiettivo di contribuire a migliorare gli interventi sociali e sanitari, in particolare nei pazienti in condizioni di fragilità e in quelli affetti da patologie croniche, attraverso procedure di condivisione dei dati sanitari e nel rispetto della privacy – sottolinea il Segretario Generale nazionale della FIMMG, Giacomo Milillo - L’ICT garantisce interventi efficaci e sicuri per la gestione dei flussi informativi, è la strada da intraprendere per rendere il sistema sostenibile”.


In questa direzione anche le finalità del Patto per la Sanità Digitale, il cosiddetto «patto nel patto» previsto dal Patto per la salute 2014-16, nel quale si sottolinea come in un contesto che vede la chiusura di presidi sanitari, la loro trasformazione, il potenziamento delle cure primarie e l’articolazione della rete ospedaliera in hub & spoke, l’innovazione digitale deve poter svolgere un ruolo chiave nell’evoluzione contemporanea sia dei modelli assistenziali, sia in quelli organizzativi, come fattore abilitante e in taluni casi determinante per la loro realizzazione.


“Al cittadino che entra in contatto con le strutture sanitarie per diagnosi, cure, prestazioni mediche, operazioni amministrative deve essere garantita la più assoluta riservatezza e il più ampio Fondazione Nuvola per la Sanità – NU.SA rispetto dei suoi diritti fondamentali e della sua dignità. I dati personali – ha sottolineato Angelo Lino Del Favero Presidente di Federsanità ANCI - in grado di rivelare lo stato di salute delle persone sono, infatti, di particolare delicatezza, e per questo definiti “dati sensibili”, e non possono essere diffusi. Detto ciò la loro corretta gestione è rilevante per il governo delle patologie croniche e l’organizzazione dell’erogazione dei servizi. “La Fondazione – ha concluso - ha come scopo quello di contribuire a migliorare la qualità dell’intervento sociosanitario a fronte di una contestuale razionalizzazione dei relativi costi, perseguendo esclusivamente finalità di solidarietà.

Aggiornata il 30 settembre 2015