Chiudi

Notizie

Salute: beltrame su ticket e reddito di cittadinanza

19 gennaio 2007

Montenars, 19 gen

'Non appena avremmo certezza della presentazione al Parlamento dell'emendamento di modifica delle norme nazionali sul ticket per le prestazioni specialistiche e ambulatoriali, la Giunta regionale adotterà subito una delibera per rimodulare in maniera equa la compartecipazione del cittadino alla spesa sanitaria'.

Lo ha annunciato l'assessore alla Salute e Protezione Sociale Ezio Beltrame, dopo aver informato la Giunta regionale sugli esiti dell'incontro di ieri con il ministro Livia Turco.

Beltrame ha affermato che nell'incontro di ieri il ministro ha recepito il documento presentato dalle Regioni, assicurando che i suoi contenuti saranno inseriti in un emendamento al decreto 'milleproroghe'.

Per quanto riguarda il Pronto soccorso nel Friuli Venezia Giulia non ci saranno cambiamenti. In merito ai ticket per le prestazioni specialistiche e ambulatoriali, quando i costi non superano i 36,15 euro, non si applica il ticket dei 10 euro, per evitare che il cittadino paghi più di quanto costa la prestazione.

Beltrame ha poi ribadito che l'indirizzo già assunto dalla Regione per una revisione globale del sistema di partecipazione (ticket) e di esenzione è stato recepito anche dal ministro.

'Questa è una posizione molto importante - ha detto Beltrame - perché va oltre al problema contingente creato dalla finanziaria nazionale, in quanto occorre rivedere il sistema risalente a molti anni fa. Situazioni e costi di molti esami sono cambiati sia in meno che in più. Se il ticket è uno strumento di compartecipazione del cittadino alla spesa sanitaria è giusto che questa abbia caratteristiche di equità nel rapporto costo-prestazione e deve aiutare ad ottenere una maggiore appropiatezza'.

Secondo l'assessore la revisione del sistema dei ticket richiederà almeno tre mesi di lavoro perché si tratta di rivedere le tariffe di migliaia di diverse tipologie di prestazioni.

Nell'incontro con la stampa dopo la riunione di Giunta, Beltrame ha anche parlato dei principi-guida per la predisposizione del regolamento sul reddito di cittadinanza, che la Giunta ha condiviso su proposta anche degli assessori alle Finanze Michela Del Piero e al Lavoro e Formazione, Roberto Cosolini.

Il principio fondamentale è di valorizzare questa misura come strumento attivo di inclusione sociale e per raggiungere l'autonomia economica e non come strumento assistenziale fine a se stesso.

Il beneficiario è la famiglia nel suo complesso ed i progetti personalizzati prevederanno non solo diritti, ma anche doveri. La misura inoltre sarà attuata su tutto il territorio regionale, senza fasi sperimentali limitati territorialmente. Si prevederà il costante monitoraggio dell'andamento degli interventi per poter fare eventuali modifiche che si rendessero necessarie.

Il regolamento, ha detto Beltrame, dovrà essere operativo entro l'estate. ARC/GB

Aggiornata il 16 maggio 2013