Chiudi

Notizie

Ddl adeguamento norme servizio sanitario regionale

14 settembre 2007

A. R. C. Campoformido, 14 set - La Giunta regionale ha approvato oggi, su proposta dell'assessore alla Salute e Protezione Sociale Ezio Beltrame, un disegno di legge su " Disciplina ed esercizio delle funzioni in materia di igiene e sanità pubblica, sanità pubblica veterinaria, igiene degli alimenti e della nutrizione, medicina legale, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro, servizio farmaceutico".

Il nuovo disegno di legge adegua gli strumenti legislativi regionali alle attuali norme statali di riferimento e al nuovo assetto istituzionale ed organizzativo del Servizio sanitario nazionale.

In 35 articoli, il documento individua le competenze che restano in capo all'Amministrazione regionale, quelle esercitate dal sindaco in qualità di autorità sanitaria locale e quelle delle aziende per i servizi sanitari. E definisce l'esercizio delle funzioni in materia di promozione della salute, igiene e sanità pubblica, igiene degli alimenti e della nutrizione, medicina legale, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro, sanità pubblica veterinaria e di servizio farmaceutico.

In base a quanto indicato, la Regione continuerà a determinare le tariffe per l'attività svolta dalle strutture sanitarie a favore dei privati, al fine di assicurare uniformità d'applicazione in tutto il Friuli Venezia Giulia, e conserverà il potere di adottare ordinanze contingenti e urgenti che interessino più ambiti comunali. Al sindaco spetteranno invece le ordinanze volte a fronteggiare emergenze sanitarie o di igiene pubblica che siano di carattere esclusivamente locale.

Le Aziende per i servizi sanitari avranno competenza in materia di promozione della salute, igiene e sanità pubblica, igiene degli alimenti e della nutrizione, medicina legale, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro, sanità pubblica veterinaria. Saranno inoltre di loro pertinenza le disposizioni in materia di profilassi internazionale. Le Aziende avranno anche, tra l'altro, la delega delle funzioni in materia di sanzioni, precedentemente in capo ai Comuni. ARC/LVZ

Aggiornata il 16 maggio 2013