Chiudi

Notizie

Farmaci: nel 2006 previsti risparmi di 200 milioni

19 aprile 2006

La stima è di Federfarma che sottolinea come lo sconto applicato dalle farmacie dimostra la volontà dei farmacisti di affrontare concretamente il problema dell’ elevato prezzo dei farmaci a pagamento.

 

Alla fine dell’ anno gli italiani avranno risparmiato 200 milioni di euro, grazie agli sconti in farmacia sui medicinali da banco e senza obbligo di prescrizione. La stima è di Federfarma che, in una nota, sottolinea come ¨ lo sconto applicato dalle farmacie dimostra la volontà dei farmacisti aderenti a Federfarma di affrontare concretamente il problema dell’ elevato prezzo dei farmaci a pagamento. Un problema - aggiunge - che va però risolto al più presto, in maniera strutturale, rivedendo i criteri di formazione del prezzo. Anche per evitare che, il primo gennaio 2007, alla fine del blocco, i prezzi di questi farmaci ricomincino a salire vertiginosamente¨.

 

Nella nota, i titolari di farmacia ricordano inoltre che ¨ lo sconto puo’ essere liberamente determinato dalla singola farmacia ed è effettuato mediante una percentuale di sconto unica, uguale per tutti i medicinali senza obbligo di ricetta, ovvero due percentuali differenziate, una per i farmaci Otc e una per i Sop. Lo sconto fisso e generalizzato, infatti - aggiunge Federfarma - garantisce maggiore trasparenza nei confronti dei cittadini che hanno la certezza di ottenere una riduzione di prezzo su tutti i medicinali acquistati senza ricetta. Inoltre, lo sconto generalizzato non condiziona i consumi che, nel caso di sconti differenziati o limitati ad alcune confezioni, potrebbero orientarsi, in modo non corretto, verso medicinali sottoposti a sconto a scapito di altri, magari più indicati per la patologia specifica ma a prezzo pieno¨.

 

da DoctorNews del 20/4/2006

 

 

Aggiornata il 16 maggio 2013