Chiudi

Notizie

istat f.v.g. per 32,7% bene ma servizio peggiorato

5 marzo 2007

Il servizio sanitario nazionale piace agli italiani che si ritengono in grande maggioranza soddisfatti e la figura di maggior fiducia resta saldamente il medico di base. Un terzo della popolazione è molto soddisfatto dell'SSN, dandogli un voto fra il 7 il 10, il 43,4% dà una valutazione intermedia, il 17,2% esprime insoddisfazione. Lo ha stabilito la relazione sulle condizioni di salute, i fattori di rischio e il ricorso ai servizi sanitari per il 2005 presentata oggi al ministero della salute. Le regioni nelle quali la popolazione dà un giudizio più negativo (punteggio da 1 a 4) sul Servizio Sanitario offerto sul territorio sono la Calabria (35,9%), la Puglia (28%) e la Sicilia (25,6%). Quelle con un livello maggiore di soddisfazione (punteggio da 7 a 10) sono invece la provincia di Bolzano (68,8%), la Valle d Aosta (59,6%), la provincia di Trento (58,8%) e l’ Emilia -Romagna (46,8%). Il 44,9% pensa non ci siano sostanziali cambiamenti nel Servizio Sanitario Pubblico, il 28,0% ritiene che stia peggiorando, l'11,6% che stia migliorando mentre una quota elevata (15,6%) non sa esprimere un giudizio. Calabria (38,1%), Puglia (34,1%), Friuli Venezia Giulia (32,7%) e Veneto (32,6%) sono le regioni con la più alta quota di persone che ritengono che il servizio stia peggiorando. Ma mentre la Calabria e la Puglia sono regioni con livelli di soddisfazione già bassi, il peggioramento del Friuli Venezia Giulia e del Veneto avviene in una situazione di contesto positiva. Campania (15,5%), Toscana (13,3%), Valle d Aosta (13,1%) e Lombardia (13%) sono le regioni in cui è più elevata la quota di quanti ritengono che il sistema sanitario stia migliorando. La figura professionale verso la quale in Italia si ha maggiore fiducia è il medico di famiglia (64,3%), seguito dal medico specialista privato (32,1%) e dal medico ospedaliero (13,3%).

Aggiornata il 16 maggio 2013