Chiudi

Notizie

Assessore Telesca, orgogliosi del Centro Trapianti FVG

www.regione.fvg.it

28 novembre 2015

  "Siamo molto orgogliosi di come sta lavorando il Centro trapianti del Friuli Venezia Giulia, che in una regione piccola come la nostra sta facendo registrare numeri significativamente importanti". Lo ha detto oggi a Udine l'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, in occasione della "Giornata della riconoscenza", organizzata dalla Associazione Donatori Organi del FVG per ringraziare le famiglie dei donatori, alla quale è intervenuta assieme ad diverse autorità civili e religiose, tra cui l'arcivescovo di Udine mons. Andrea Bruno Mazzocato, il prefetto di Udine Vittorio Zappalorto, l'assessore comunale alla Salute Simona Liguori, il rettore dell'Università Alberto Felice De Toni.

Come evidenziato da Roberto Peressutti, coordinatore Centro regionale trapianti, con 244 donazioni di cornea, 51 donazioni di organi, 8 donazioni multi-tessuto nel 2014, il Friuli Venezia Giulia si mantiene al secondo posto tra le regioni in Italia, dopo la Toscana, per numero di donazioni e "apertura alla solidarietà". "Il numero dei donatori rimane stabile - ma abbiamo avuto un incremento dei trapianti", ha precisato Peressutti, mettendo in evidenza che l'aumento più rilevante riguarda il rene, con un +30% al 30 ottobre 2015 rispetto allo scorso anno". Il trapianto di organi e tessuti costituisce un trattamento di indiscussa efficacia per le insufficienze d'organo terminali e per molte patologie, ma presenta come unico fattore limitante la disponibilità di organi. Questo pone un freno, a volte drammatico, alla di cura di molti pazienti, considerando che in Italia 9.200 sono le persone in lista d'attesa, mentre i trapianti di organi quest'anno difficilmente arriveranno a 3.000.
Per poter effettuare un trapianto di organi e di tessuti è necessario, una volta accertata la morte, che una persona abbia espresso in vita la volontà di donare oppure che i familiari non si oppongano al prelievo degli organi e dei tessuti a scopo di trapianto. "E' quindi particolarmente importante - ha rilevato l'assessore Telesca - che i cittadini possano esprimere consapevolmente la propria scelta", che può essere fatta al momento del rilascio o del rinnovo della carta d'identità. Ferma restando l'assoluta libertà di modificare la decisione in qualsiasi momento.
"Ai professionisti, ovvero ai medici e agli infermieri, e soprattutto ai donatori e alle loro famiglie, che in questa regione si sanno sempre distinguere per generosità - ha affermato Telesca - esprimo la gratitudine dell'Amministrazione regionale per tener alto il livello del nostro Centro trapianti". ARC/PPD/EP

Aggiornata il 30 novembre 2015