Chiudi

Notizie

Kosic a convegno su inclusione dei disabili

9 ottobre 2009

Trieste, 07 ott - Mettere al centro le persone con le loro possibilità e menomazioni significa cancellare la discriminazione esistente nella nostra società nei confronti dei disabili ma anche contribuire a migliorare i servizi per tutta la comunità.

E' quanto ha affermato l'assessore regionale alla Protezione sociale, Vladimir Kosic, al seminario dal titolo " Pensare e progettare per tutti - Soluzioni innovative per la partecipazione, l'inclusione e la vita indipendente delle persone con disabilità", che si è svolto oggi nella sede della Regione a Trieste.

Nel corso del convegno - al quale hanno partecipato operatori del settore, ricercatori, imprenditori ed amministratori (tra questi, il consigliere regionale Sergio Lupieri e l'assessore comunale Carlo Grill) -, sono stati presentati i progetti, che intervengono sull'accessibilità, la domotica e la qualità della vita delle persone con handicap.

L'ambiente, è stato detto, può facilitare oppure ostacolare gli spostamenti delle persone disabili. Per sostenere i bisogni di questa categoria la Regione Friuli Venezia Giulia sta sviluppando una collaborazione di percorsi formativi e seminari con la Lombardia, il Veneto, la Slovenia e la Carinzia.

L'assessore Kosic si è nell'intervento soffermato sulla filosofia della progettazione ancora da attuare " dal basso", in collaborazione tra il pubblico ed il privato, " e che da straordinaria dovrebbe diventare ordinaria, poiché alla fine così costa meno".

" Abbattere un gradino davanti ad un edificio pubblico non agevola solo gli spostamenti ad un disabile, ma serve, ad esempio, anche alle mamme con il passeggino: il vantaggio è quindi di tutti", ha precisato l'assessore.

Al convegno sono state presentate le opportunità di sostegno dell'Amministrazione regionale ai progetti di ricerca industriale per le imprese che operano nel settore della domotica: il bando, che sarà a breve approvato dalla Giunta, prevede uno stanziamento complessivo di 5 milioni di euro.

Significativa è stata la testimonianza del coraggioso ed intraprendente Andrea Stella, che ha presentato la propria associazione " Spirito di Stella", il cui scopo è quello di divulgare la pratica sportiva tra le persone disabili e sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza dell'abbattimento delle barriere architettoniche. Stella, seppure da 10 anni paraplegico, non ha infatti rinunciato alla passione di vela ed in questi giorni è a Trieste con il suo catamarano in occasione della " Barcolana".

In conclusione, l'assessore Kosic ha richiamato l'attenzione sull'opportunità di sviluppare, insieme a Comuni ed associazioni, una governance che possa orientare i servizi in questo settore in base ai bisogni esistenti nella società.

ARC/MCH

Aggiornata il 16 maggio 2013