Chiudi

Notizie

Giovedì 23 ottobre (ore 16), a Cervignano, incontro pubblico con ASS Bassa friulana, Comuni e associazioni sul progetto ERICA, educazione al movimento per adulti e anziani.

REDAZIONE

20 ottobre 2014

“Presentazione del progetto ERICA – Educazione e Riabilitazione Integrata comunitaria adattata nella Bassa friulana” è questo il tema dell’incontro pubblico in programma giovedì prossimo, 23 ottobre, inizio ore 16, presso la Casa della Musica (via Verdi, n.23), a Cervignano del Friuli. L’iniziativa è promossa dall’Azienda sanitaria n. 5 Bassa friulana, in collaborazione con Federsanità ANCI FVG, i Distretti sanitari Est e Ovest, l’Ambito distrettuale di Cervignano del Friuli e AUSER Friuli Venezia Giulia, con il patrocinio di ANTEAS FVG e ADA FVG, anche in attuazione del protocollo regionale “Per l’invecchiamento attivo e le sinergie tra generazioni”.

La finalità è quella di coinvolgere attivamente i rappresentanti degli Enti locali, medici di medicina generale, mondo della scuola, associazioni e cittadini nell’attivazione di “Interventi di promozione della salute e di prevenzione delle disabilità dell’anziano”, in particolare, come indica il Piano di Zona 2013-2015, tra le azioni si prevede la “sensibilizzazione della popolazione anziana all’attività motoria. In quest’ottica e sulla base di alcune esperienze di educazione al movimento, l’ASS n. 5 Bassa Friulana ha promosso il progetto E.R.I.C.A.- Educazione e Riabilitazione Integrata Comunitaria Adattata che contempla programmi di educazione alla corretta attività motoria rivolti a soggetti adulti, o anziani, con problemi di locomozione, della colonna, o con problemi di continenza. Nel 2013 sono stati avviati i programmi sanitari rivolti agli anziani a rischio di caduta, nel 2014 è in corso l’avvio dei programmi non sanitari rivolti alle persone adulte, o anziane con sindromi croniche che non limitino le capacità motorie di base, o della cura di sé.

L’obiettivo è quello di verificare insieme agli amministratori locali dei Comuni della Bassa friulana, alle associazioni, ai referenti delle istituzioni scolastiche e ai medici di medicina generale presenti sul territorio, le esigenze delle comunità locali e le opportunità di attuazione del progetto e della citata “rete per la salute” nelle diverse aree di riferimento. Il programma prevede interventi di dirigenti ed esperti dell’ASS n.5 Bassa friulana, insieme ai rappresentanti dei Comuni, delle associazioni promotrici e altre presenti sul territorio.

 

Aggiornata il 20 ottobre 2014