Chiudi

Notizie

Assessore kosic al seminario di presentazione del programma comunitario progress

Trieste

15 giugno 2010

La Giunta regionale ha messo a disposizione 100 mila euro come quota di cofinanziamento per partecipare al bando del programma comunitario per l'occupazione e la solidarietà sociale Progress.

Lo ha ricordato l'assessore regionale alla Protezione sociale Vladimir Kosic, al seminario informativo ''Il programma comunitario Progress e i network a favore dell'inclusione sociale'', organizzato oggi a Trieste dalle Direzioni centrali Salute, integrazione sociosanitaria e politiche sociali e Relazioni internazionali e comunitarie in collaborazione con l'Ufficio di Collegamento di Bruxelles.

Il nuovo programma comunitario Progress, operativo in parallelo con il Fondo sociale europeo e attuato dal 2007 al 2013, è suddiviso in 5 azioni strategiche concernenti: l'occupazione; la protezione sociale e l'integrazione; le condizioni di lavoro; la lotta contro la discriminazione; la parità fra uomini e donne.

Nel suo intervento, l'assessore si è soffermato sulla recente approvazione da parte dell'esecutivo regionale del Piano operativo per il triennio 2010-2013 sulle dimensioni internazionali della politica della salute della nostra Regione che definisce  strategie, priorità e  indirizzi operativi di un'azione volta a contribuire a creare le condizioni che migliorino la salute delle popolazioni più povere e vulnerabili.

Il Piano, che per il solo 2010 può contare su risorse che ammontano a 860mila euro, identifica 5 aree tematiche di intervento: disabilità, svantaggio sociale e psicosociale, materno-infantile, tecnologie biomediche avanzate, gestione dei sistemi sanitari.

Il seminario rientra nella dimensione europea delle azioni messe in campo nel contesto sociosanitario per raggiungere gli obiettivi di un sistema regionale: informato (costante monitoraggio delle opportunità derivate da iniziative europee); integrato nei partenariati comunitari e nelle reti europee; competente e capace di perseguire gli obiettivi ed accedere alle opportunità di finanziamento.

In conclusione, l'assessore Kosic ha sottolineato come la Regione intende rafforzare le collaborazioni con la Lombardia ed il Veneto, nonché con il Land Carinzia e la Repubblica di Slovenia (''il confronto con gli altri Paesi è molto utile'') per dar vita ad iniziative di carattere innovativo in ambito sociosanitario in un'ottica di sostenibilità.

Aggiornata il 16 maggio 2013