Chiudi

Notizie

Anziani: il 75% dei non autosufficiente è gestito dai figli

3 agosto 2005

L’ anziano non autosufficiente e’ gestito nel 75% dei casi dai figli e nel 41% dal coniuge/convivente. E’ quanto emerge da una indagine condotta dall’ Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali ASSR finanziata dal Ministero della Salute, che ha coinvolto direttamente le Regioni Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto, la Provincia Autonoma di Trento, nonche’ Federsanita’-ANCI e il CENSIS.

Secondo quanto emerso dalla ricerca, risulta scarsa la conoscenza di un servizio basilare quale l’ Assistenza domiciliare integrata (il 71,9% dei rispondenti afferma di non averne mai sentito parlare). Il carico assistenziale che ne deriva - spiega l’ Assr - sara’ sopportato in futuro con sempre maggiore fatica da parte delle famiglie, soprattutto alla luce del mutamento del tessuto sociale (rapido mutamento dei nuclei familiari e calo demografico) ed all’ aumento previsto del numero delle persone non autosufficienti.

Sebbene negli ultimi anni siano stati predisposti numerosi strumenti a livello legislativo e nonostante l’ aumento degli interventi del SSN (gli utenti over 65 del servizio di Assistenza domiciliare integrata sono infatti aumentati del 57% tra il 1997 e il 2003) il volume complessivo di tali interventi rimane ancora inadeguato (solo il 2,50% degli ultra sessantacinquenni era, nel 2003, utente ADI, per un totale di 260.570 persone).

Inoltre, secondo quanto riferisce l’ Assr, se si esaminano i costi dei Lea in relazione all’ assistenza domiciliare integrata e alle strutture residenziali e semi residenziali a favore degli anziani non autosufficienti, si evidenzia un quadro di grande eterogeneita’ (si oscilla tra i 177,21 euro pro capite della Provincia di Trento e i 9,99 della Regione Campania, per una media nazionale di 52,11 euro pro capite per cittadino residente).

 

 

Aggiornata il 16 maggio 2013