Chiudi

Notizie

Nuovi servizi online per la salute. Impegni e progetti di Regione e Insiel, il portale dei cittadini e il cruscotto multidimensionale. Online l'audio degli interventi del convegno

26 giugno 2015

L'attuazione di Agenda digitale in FVG costituisce uno strumento fondamentale per semplificare la vita dei cittadini nel quotidiano, a tal fine la Regione è impegnata concretamente per realizzare, a breve, servizi reali e utili, già operativi. Ad esempio il portale dei servizi online per i cittadini sul sito della Regione www.regione.fvg.it dal quale già oggi si possono consultare i tempi di attesa nei Pronto soccorso e dal prossimo settembre anche scaricare dal pc i propri referti, o prenotare online gli esami e pagare i ticket per via telematica. Un’altra novità importante per migliorare il sistema riguarda il “cruscotto di direzione multidimensionale”, curato dalla direzione salute insieme ad Insiel S.p.A. per monitorare, in tempo reale, l’erogazione dei servizi e i risultati di salute. Così Adriano Marcolongo, direttore centrale salute della Regione, ha illustrato questa “inversione di rotta” che – di fatto - concretizza il principio cardine della Riforma del SSR   la “centralità del cittadino”. L’occasione è stata fornita dal convegno “Riforma del sistema sociosanitario e Agenda digitale in FVG. Servizi più accessibili per i cittadini”, promosso da Federsanità ANCI FVG e dall’Ordine dei Giornalisti del FVG, insieme alla Regione e all’Azienda ospedaliero- universitaria di Udine e a numerosi partner, ANCI FVG, Federfarma FVG, AUSER FVG, Consulta regionale delle Associazioni dei Disabili, ANTEAS FVG, ADA FVG,  FIMMG FVG, SIMG e Ordine dei Medici della provincia di Udine.

In sintesi, davanti a una platea di oltre 200 tra giornalisti, dirigenti ed operatori dei sistemi sanitari e sociosanitari, medici di famiglia, farmacisti, informatici, amministratori locali, rappresentanti di associazioni e organizzazioni sindacali, sia Marcolongo che il presidente di INSIEL S.p.A, Simone Puksic, accompagnato da Fulvio Sbroiavacca, direttore  Divisione Sanità di Insiel, hanno richiamato la nuova strategia di comunicazione attiva e proattiva con i cittadini, nonchè progetti e servizi concreti che, a breve, renderanno reali i servizi online “dalla parte dei cittadini”, come indicato nel “Piano triennale ICT” che recepisce i principi base della  Riforma del sistema sanitario  (l.r. 17 /2014), ovvero lo “sviluppo del sistema informatico al servizio dei cittadini” (art.44). Parola d’ordine “integrazione”, tra sistemi diversi, sanità, socio-sanitario, sociale e Autonomie locale e tra dati,  clinici e sanitari, utilizzando le nuove tecnologie, quali la  telemedicina per i monitoraggi a domicilio (es. misurazione della pressione del sangue, o della glicemia). 

Un dato di partenza è la reale accessibilità e utilizzo dei servizi da parte dei "non nativi digitali" (persone ultra 65enni e disabili), rilevata, dai sondaggi di Federsanità ANCI FVG, insieme a Federfarma FVG, alle associazioni dei pensionati, AUSER FVG, ANTEAS FVG e ADA FVG e alla Consulta delle Associazioni dei Disabili del FVG, illustrati da Gilberto Bragonzi, curatore scientifico del progetto di Federsanità ANCI FVG “che ha richiamato alcuni progressi dal 2013 ad oggi, Roberto Ferri, presidente AUSER provinciale di Trieste, Vincenzo Zoccano, presidente regionale Consulta dei disabili e  Francesco Pascolini, presidente di Federfarma FVG. Al centro delle domande la conoscenza e l'interesse per i nuovi servizi online, quali la tessera sanitaria, la ricetta digitale, o referti online, etc.

In apertura dei lavori Giuseppe Napoli, presidente di Federsanità ANCI FVG, ha sottolineato, tra l’altro,l'impegno dell'associazione per  rafforzare  le sinergie tra tutti i soggetti della “rete per la salute”, Mario Pezzetta, presidente ANCI FVG,  ha dichiarato “per Agenda digitale in Regione pare che qualcosa si sta muovendo ed ha auspicato un alleggerimento della burocrazia (ad esempio in materia di privacy), Gabriele Giacomini, assessore all’innovazione del Comune di Udine, ha dimostrato grande attenzione del Comune per questi temi  e Cristiano Degano, presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli che ha moderato il convegno, e ha evidenziato  la novità del convegno accreditato sia per giornalisti che per tutte le professioni sanitarie, con la finalità di favorire un positivo scambio di conoscenze ed esperienze.


Sulla realtà e le prospettive di “fare rete per i cittadini” molti spunti sono venuti dalla  tavola rotonda “Fascicolo sanitario e ricetta elettronica cosa cambia per il percorso del paziente ?“  alla quale sono intervenuti : Paolo Bordon, direttore generale AAS n.5 Friuli Occidentale, coordinatore “Osservatorio ICT e Agenda digitale sanitaria” di Federsanità ANCI FVG, Romano Paduano, segretario regionale FIMMG  Federazione italiana  Medici di Famiglia, Luigi Canciani, presidente regionale SIMG - Società italiana di medicina generale e delle Cure primarie e Salvatore Guarneri, presidente ASP “La Quiete” di Udine.  

Gli atti e la registrazione degli interventi sono consultabili al seguente link   

Aggiornata il 26 giugno 2015