Chiudi

Notizie

Friuli v.g.: illy firma patto per sinergia ospedale-università Udine

10 gennaio 2006

Il presidente della Regione Riccardo Illy ed il rettore dell’ Universita’ di Udine, Furio Honsell, hanno sottoscritto a Trieste il protocollo d’ intesa che regola i rapporti tra Servizio sanitario regionale ed Universita’ friulana e che portera’ nei prossimi mesi - l’ obiettivo temporale e’ quello dell’1 luglio 2006 - alla costituzione dell’ Azienda ospedaliero-universitaria di Udine.

 

Nel documento, infatti, vengono determinate in dettaglio le regole di organizzazione e di funzionamento della nuova Azienda per assicurare la funzionalita’ e la coerenza dell’ attivita’ assistenziale (necessaria allo svolgimento dei compiti istituzionali dell’ ateneo) con le esigenze della didattica e della ricerca, nel quadro della programmazione regionale.

¨ Si ’ chiude’ cosi’ un percorso iniziato tanti anni fa - ha osservato l’ assessore regionale alla Sanita’ Ezio Beltrame - ma che negli ultimi mesi ha avuto un’ accelerazione importante, frutto della forte coincidenza di grandi obiettivi¨.

Con la firma, hanno quindi illustrato Beltrame ed Honsell, si viene a creare una struttura unica tra l’ ospedale di Santa Maria della Misericordia ed il Policlinico universitario, ¨ un progetto significativo per tutta la nostra comunita¨’ ha commentato il rettore, dotato di oltre 3.800 dipendenti ed in grado di garantire (dati relativi al 2004) 45 mila ricoveri, quasi 20 mila interventi operatori ed oltre 200 trapianti (cardiaci, renali, di fegato, midollo osseo e pancreas).

¨ Abbiamo grandi progetti per questa nuova Azienda unica¨, ha quindi sottolineato l’ assessore Beltrame, che ha anche ribadito come l’ operazione di fusione tra ospedale e Policlinico razionalizza i costi, fa spendere meglio i soldi ed offre un servizio sicuramente superiore a quello attuale.

Beltrame ha quindi annunciato che il protocollo sara’ inviato al ministero della Sanita’: l’ operazione di costituzione dell’ Azienda unica necessita infatti di uno specifico decreto del presidente del Consiglio dei ministri.

Da subito comunque sara’ al lavoro un apposito ’ comitato di regia’ con il compito, in particolare, di definire tutte le azioni indispensabili ad una corretta e pronta attivazione della costituenda Azienda.

 

da Speciale Autonomie Locali ASCA

Aggiornata il 16 maggio 2013