Chiudi

Notizie

Verifica Lea 2011: solo otto le Regioni in regola. Ecco il rapporto del ministero

www.sanita.ilsole24ore.com

2 agosto 2013

Italia divisa a metà all'appuntamento per la verifica dei Lea 2011. Secondo il Rapporto il Rapporto - appena pubblicato nel sito della Salute - le Regioni in regola sono solo 8: Basilicata, Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Marche, Toscana, Umbria e Veneto. Bollinmo rosso, invece, per Calabria (21 inadempienze), Campania (19), Lazio (13), Molise (12), Abruzzo (10), Puglia (8), Sicilia (5) e Piemonte (4).

Nel Rapporto, messo a punto dalla Direzione generale della programmazione sanitaria del Ministero della Salute sulla base del lavoro del Comitato permanente per la verifica dell'erogazione dei Lea, figurano gli esiti della verifica su 16 Regioni: quelle a statuto ordinario più la Sicilia, ossia quelle che hanno accesso al "fondo sanitario" e che vengono private del 3% di questo se risultano inadempienti, ossia se non danno attuazione ai 44 adempimenti previsti che toccano i temi strategici del Servizio sanitario nazionale, dall'erogazione effettiva dei Lea al monitoraggio delle liste di attesa, alla salute sui luoghi di lavoro, all'appropriatezza, qualità e sicurezza delle cure.

Le criticità maggiori si concentrano nelle Regioni in Piano di rientro, soprattutto Calabria, Campania e Lazio dove persistono in particolare criticità relative con la tendenza a cronicizzare i problemi soprattutto per quanto riguarda: i sistemi informativi per il monitoraggio dell'assistenza e dei dati economicila risposta dell'offerta sanitaria ai bisogni assistenziali, con particolare riferimento al territorio: assistenza domiciliare, residenziale e semiresidenziale per le categorie più fragili come gli anziani non autosufficienti, i disabili, i malati terminali la qualità delle prestazioni (rischio clinico e liste di attesa) efficienza e appropriatezza delle prestazioni erogate.

 

Il Rapporto del Ministero della Salute

Aggiornata il 2 agosto 2013