Chiudi

Notizie

Sono 521 gli utenti dei servizi offerti dal Consorzio isontino

IL PICCOLO

5 agosto 2019

Sono in totale 521 gli utenti di tutti i servizi offerti sul territorio dal Cisi. E sono in crescita costante. Come detto sono 46 i disabili inseriti nelle strutture residenziali (più 44 “extra Cisi”), mentre 140 sono coloro che frequentano i centri diurni. Il Sil, Servizio di integrazione lavorativa, segue invece 211 persone (il numero è in aumento, e ci si aspetta nel prossimo futuro l’inserimento di altri 20 utenti), mentre per un’ottantina di casi, meno gravi, ci sono servizi di consulenza o progetti individuali. Attualmente 4 sono poi i disabili che vivono l’esperienza della vita autonoma nell’appartamento di Lucinico gestito dal Cisi, che sta attendendo proprio in questi mesi una risposta per l’attivazione di un altro alloggio con le stesse caratteristiche, dove poter collocare ulteriori 6 persone.

Per quanto concerne le tre strutture residenziali, le principali diagnosi degli utenti riguardano deficit cognitivi generici (21), deficit dalla nascita (10), sindrome di down, malattie rare e autismo (4 casi ciascuno). In molti casi poi queste diagnosi “principali” sono affiancate dalla presenza di patologie secondarie. Una parte dei disabili ospitati nei centri residenziali, poi, partecipa anche alle tantissime attività promosse dai centri diurni, dove l’utenza prende parte a laboratori creativi (arte, cucito, legatoria, piccola falegnameria, giardinaggio, ceramica), esperienze di musicoterapia o pet-therapy, ma anche di teatro, sport, fotografia. Non mancano, poi, le gite e le visite in tutto il territorio regionale e in Slovenia.

 

 

Aggiornata il 5 agosto 2019