Chiudi

Notizie

Kosic su attività trapianti nel FVG

ARC. Udine

23 aprile 2010

Si è rivelato un utile momento di confronto con tutte le componenti del volontariato legate al mondo delle donazioni, l'incontro che l'assessore regionale alla Salute Vladimir Kosic ha avuto a Udine, nella sede del Centro regionale trapianti (presso l'azienda Ospedaliero - Universitaria), con il nuovo direttore Roberto Peressutti.

Dalla partecipazione e dagli interventi dei rappresentanti delle associazioni, l'assessore infatti ha colto lo spunto per ipotizzare la costituzione di una Consulta regionale sui trapianti.

L'incontro odierno era stato voluto dall'assessore Kosic per mettere in evidenza che il Centro regionale trapianti rappresenta un valore aggiunto della sanità del Friuli Venezia Giulia per la qualità dei servizi erogati.

Questo però, come ha rilevato Kosic, è possibile grazie anche alla forte collaborazione e al senso di responsabilità che anima le associazioni volontaristiche di settore.

I risultati raggiunti dalla sanità della Regione nella trapiantistica, per l'assessore sono dovuti principalmente al rilevante impegno profuso dall'amministrazione in questi ultimi anni, sotto la guida attenta del precedente direttore del Centro, Francesco Giordano, del quale Peressutti raccoglie l'eredità con obiettivi ben precisi.

Infatti, se è vero, come ha precisato Peressutti, che il Friuli Venezia Giulia è la realtà nella quale c'è il più alto numero di donatori (32,9 per milione di abitanti mentre la media nazionale è 19,5), è altrettanto vero che sono già in fase di avvio progetti del Centro regionale finalizzati ad accrescere la sensibilizzazione dei cittadini alle donazioni.

Infatti, com'è stato ribadito da diversi degli intervenuti, senza un adeguato numero di donatori non è possibile eseguire una soddisfacente attività di trapianti.

Secondo l'assessore Kosic debbono essere ridotti i tempi delle liste d'attesa per i pazienti da sottoporre a trapianto; ma per questo occorre che le strutture sanitarie dispongano di un ancor maggior numero di organi da trapiantare.

Per questo, Kosic ha sostenuto l'esigenza di incrementare l'informazione sul dono degli organi, sia nel mondo scolastico, che in seno alla comunità adulta.

Assieme all'assessore Kosic, alla riunione hanno preso parte il direttore generale dell'azienda ospedaliero universitaria, Carlo Favaretti e lo staff del Centro regionale trapianti.

ARC/CM

Aggiornata il 16 maggio 2013