Chiudi

Notizie

Acque di balneazione: sindaci e tecnici a confronto

3 maggio 2010

Palmanova, 30 aprile - In vista dell'imminente inizio della stagione estiva, la Direzione regionale della Salute, Area prevenzione, ha promosso, in collaborazione con l'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (ARPA) un confronto tra tutti i diversi soggetti coinvolti nei controlli sulla qualità delle acque di balneazione e nelle relative informazioni ai cittadini.

Nella sede dell'ARPA (www. arpa. fvg. it), a Palmanova, si sono così dati appuntamento i tecnici della stessa Agenzia, quelli della direzione centrale salute, nonché i rappresentanti di tutti i Comuni del Friuli Venezia Giulia interessati, sia quelli del litorale, da Muggia (TS) a Lignano Sabbiadoro (UD), che quelli che si affacciano su laghi o corsi d'acqua. In rappresentanza di Federsanità ANCI hanno partecipato alla riunione il sindaco di Duino Aurisina, Giorgio Ret, delegato dal presidente, Giuseppe Napoli e il segretario Tiziana Del Fabbro, presente anche il componente dell'Esecutivo ANCI FVG, Stefano Lucchini, sindaco di Sauris.

L'incontro è servito per fare il punto sulle ultime disposizioni ministeriali ed europee in materia, volte a definire omogeneità comportamentale tra i diversi organismi e a definire gli adempimenti da svolgere a partire dalla stagione estiva 2010 per garantire che la balneazione, sia in mare che nelle acque interne, possa avvenire in condizioni di assoluta sicurezza per la salute.

In particolare, è stato confermato che fino a settembre saranno periodicamente effettuati, in diversi punti opportunamente individuati, prelievi mensili di campioni d'acqua per effettuare la ricerca sull' eventuale presenza di sostanze inquinanti, o agenti patogeni. " La novità principale della normativa euroepa recepita dal decreto legislativo del 30 maggio 2008, n.116 e acquisita in data 26 marzo 2010, con il parere tecnico favorevole del del Coordinamento delle Regioni, è che i controlli non garantiranno solo l'idoneità, o meno, alla balneazione delle acque, bensì evidenzieranno una classificazione " storica", fondata sui risultati analitici dei parametri microbiologici qualificanti, relativi ai quattro anni immediamente precedenti alla stagione in corso, classificata come: " scarsa", " sufficiente", " buona" ed " eccellente"... Al riguardo, da parte dei tecnici è stato evidenziato che la situazione risultatante dai primi prelievi è generalmente molto bona, con tutti i parametri superiori a sufficiente.

Gli esiti di queste " fotografie" sullo stato di salute delle nostre acque di balneazione, curate dalla Regione attraverso l'ARPA, saranno immediatamente comunicati ai Comuni, i quali - in caso di superamento dei valori limite - hanno il compito di provvedere con tempestività all'emissione di un'ordinanza di divieto, anche solo temporaneo, e a darne comunicazione ai bagnanti.

Le nuove sinergie attivate tra tecnici della Regione e Comuni si propongono, innanzitutto un supporto preventivo per l'informazione e il monitoraggio costante. A tal fine il direttore dell'Area prevenzione e promozione della salute, Roberto Ferri, ha proposto l'attivazione di un gruppo di lavoro tra tecnici della Regione, dell'ARPA, dei dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie e rappresentanti dei Comuni, indicati da Federsanità e ANCI FVG.

Aggiornata il 16 maggio 2013