Chiudi

Notizie

Giovedì 16 dicembre,a Monfalcone, seminario su "Pianificazione urbanistica e territoriale come promotore di salute".

Prevenzione: più sinergie tra sistema sanitario e delle autonomie locali

13 dicembre 2010

Gli incidenti stradali, come le malattie respiratorie e cardiache non sono sempre eventi ineluttabili, ma si possono limitare, attraverso azioni preventive e un adeguato scambio di dati e informazioni tra aziende sanitarie, Comuni, Regione e Province,  in molti  settori quali pianificazione urbanistica, viabilità e mobilità sostenibile, verde urbano e ambiente, anche a livello sovra comunale. Sono questi i temi al centro del seminario "Pianificazione urbanistica e territoriale quale strumento di promozione della salute" in programma giovedì 16 dicembre, dalle 14.30 alle 17.30, a Monfalcone, presso la sala della  ex Pretura, in   piazza della  Repubblica, 25. L'iniziativa è promossa dall'Area prevenzione e promozione della salute della Direzione centrale salute, insieme al Dipartimento di prevenzione dell'ASS n.2 Isontina,  a Federsanità ANCI FVG e al Comune di Monfalcone e si rivolge ad amministratori locali, dirigenti e tecnici di diversi settori (pianificazione, urbanistica, viabilità, ambiente, servizi sociali, etc.).

Promuovere la conoscenza dei dati e lo scambio di informazioni tra  Comuni e Azienda sanitaria  da tradursi nelle azioni e  buone pratiche   delle amministrazioni locali è l'obiettivo della generalità della Giunta regionale "Mobilità sostenibile e sicura in ambito urbano" (dicembre 2009), con allegati indicatori, che verrà illustrata in occasione del seminario di Monfalcone. Il documento si propone di attuare i principi della strategia dell'OMS " La salute in tutte le politiche" e il programma interministeriale " Guadagnare salute".

Il programma prevede i saluti del sindaco di Monfalcone e presidente dell'ANCI FVG, Gianfranco Pizzolitto,  del direttore generale dell'ASS n. 2 Isontina, Gianni Cortiula, coordinatore dell'area promozione alla Salute di Federsanità ANCI FVG, dell'assessore alle politiche sociali del Comune di Gorizia, Silvana Romano, componente del direttivo di Federsanità ANCI FVG e dell'assessore alla viabilità, servizi tecnici, trasporti e mobilità  della Provincia di Gorizia,   Maurizio di Matteo. Seguirà la tavola rotonda coordinata dal direttore del dipartimento di prevenzione dell'ASS n. 2 Isontina, Francesco Lovaria. Interverranno, nella prima parte, Clara Pinna, dell'Area prevenzione e promozione salute della direzione centrale salute della Regione (Determinanti della salute e indicatori: strumenti utili per i Comuni e il sistema sanitario)  e Gianni Cavallini  (Reti e alleanze per la salute della comunità), responsabile del programma prevenzione degli incidenti stradali dell'ASS n. 2 Isontina. Quindi, ampio spazio sarà dedicato al confronto tra le esperienze dei Comuni del Basso   Isontino,  a partire dalla  relazione di Massimo Schiavo, assessore all'urbanistica e viabilità del Comune di Monfalcone (Pianificazione e salute: necessità di una  visione sovracomunale, l’esperienza del   Comune di Monfalcone), seguiranno gli interventi di amministrazioni e tecnici dei Comuni  della Città  mandamento e del basso isontino sul tema   Pianificazione   sovracomunale ed esperienze di Valutazione Ambientale Strategica  (V. A. S). Concluderà i lavori Roberto Ferri, direttore dell'area prevenzione e promozione salute della direzione centrale salute, protezione sociale e politiche sociali della Regione Friuli Venezia Giulia.